Appuntamento al buio: La guida 2019

Come comportarsi ad un appuntamento al buio? Ti senti impreparato e non sai come fare per incontrare uno/a sconosciuto/a?

Amici e parenti desiderano farti conoscere una persona ad ogni costo? L’appuntamento al buio non è di certo una novità, ma non tutte le persone si sentono effettivamente preparate ad affrontare un incontro con una persona che non si conosce affatto.

Ti senti pronto ad affrontare un blind date? Incontrare una persona sconosciuta mette in difficoltà dal punto di vista psicologico e comportamentale, per questo è assolutamente importante seguire una guida che raccolga tutti i validi consigli e le buone regole dell’Esperta per affrontare un appuntamento al buio nel migliore dei modi.

appuntamento al buio

Appuntamento al buio: cosa è e come funziona

L’appuntamento al buio è un fenomeno sociale che sta conoscendo un incremento vertiginoso e l’uso di Internet e dei Social network ne hanno determinato sempre di più il successo nel tempo.

Che significa incontrarsi al buio? Si tratta di una soluzione a cui ricorrono amici e parenti per farti conoscere qualcuno a tutti i costi.

L’età avanza e non sempre si ha il tempo per trovare la persona “giusta” con cui condividere interessi ed instaurare una relazione d’amore. Per questo, gli amici e le persone a noi più care decidono di organizzare un appuntamento con un uomo/donna sconosciuto/a per aumentare le probabilità di intraprendere una storia sentimentale seria.

Grazie al fenomeno del blind date (termine inglese per definire l’appuntamento al buio) è possibile entrare in contatto con tantissimi utenti alla ricerca di un/a partner.

Purtroppo, nella maggioranza dei casi, dietro all’appuntamento al buio le proprie aspettative vengono deluse e solo per pochi si rivela una vera sorpresa. Molte persone ritengono che il blind date sia molto divertente e, in certi casi, aiuta a superare anche i momenti di crisi e di depressione.

L’appuntamento al buio viene definito come un “passatempo preferito dei teenagers italiani” ed una vera e propria moda, “uno sport diffusissimo per coloro che cercano un contatto emotivo e giocano d’azzardo, senza però troppi rischi”, sottolinea Tonino Cantelmi, psichiatra e docente di Cyberpsicologia all’Università La Sapienza di Roma.

Il fascino del blind date e dell’appuntamento al buio spinge oltre cinque milioni di italiani ad utilizzare le famose Piattaforme online, Social e le chat per annichilire le distanze geografiche e per trovare l’anima gemella online.

Blind date: i consigli dell’Esperta

Dietro all’appuntamento al buio c’è sempre lo “zampino” di qualche tuo/a amico/a, ma per la buona riuscita dell’incontro con il misterioso sconosciuto, è importante seguire le regole ed i buoni consigli dell’Esperta.

Si deve evitare di accettare programmi come una cena in un ristorante romantico, la visione di un film al cinema, una vacanza fuori porta, un appuntamento in una camera d’albergo, etc. etc. Occorre prestare la massima attenzione, per questo si deve optare per un luogo pubblico.

Non si sa mai chi si può nascondere dietro la “maschera” del misterioso sconosciuto: come primissimo appuntamento meglio orientarsi su un aperitivo o un drink dopo cena in un bar o in una caffetteria.

Scegliere l’aperitivo è il modo più semplice per capire, in circa 60 minuti, se si tratta della persona “giusta” per te, senza doverti assorbire un intero pasto. Se le cose non vanno come ti attendi, dopo un’oretta puoi salutare e scappare a “gambe levate”, senza apparire troppo maleducata.

È quanto pubblicato in un favoloso manuale americano (di circa 250 pagine) che contiene le migliori regole da seguire per affrontare un appuntamento al buio online. Basta leggere The rules for Online Dating, redatto dalla scrittrice freelance Ellen Fein, per capire come sia importante utilizzare una buona dose di prudenza e di buon senso per trovare un partner ideale.

Milioni di donne e di uomini in tutto il mondo si incontrano su Internet o di persona: non è una sorpresa che i servizi di posta elettronica e i Social Network abbiano rivoluzionato il panorama degli incontri e creato nuove sfide.

Ogni soggetto alla ricerca di un/una partner necessita di nuove strategie da mettere in atto per accrescere la possibilità di trovare Mr o Mrs. Right”, ecco quanto riportato sulla prefazione del manuale della scrittrice americana.

Questo favoloso Bestseller internazionale svela come, indipendentemente dalla variabile anagrafica, si possa ricorrere alla comunicazione elettronica per relazionarsi con persone sconosciute e fissare un appuntamento “reale”.

L’Esperta elenca una lista completa di cose da mettere in atto affinché si possa essere all’altezza nel condurre un corteggiamento elettronico in modo sicuro e con successo.

Non scegliere un nome che sia che sia troppo provocante per indirizzo email, evita le chat il sabato sera, scarta le persone che ti invitano in un camera d’albergo e chi vuole uscire il lunedì o il martedì sera (molto probabilmente sono gli unici giorni in cui non ha altri impegni)”, suggerisce la scrittrice.

La migliore precauzione è quella di non fornire troppe informazioni personali che facciano riferimento all’indirizzo di residenza o al posto di lavoro. Per il primo appuntamento è meglio un incontro amichevole in un luogo pubblico e, soprattutto, niente sesso!

Come comportarsi al primo appuntamento al buio?

Essere sé stesse, non si deve mai indossare una maschera”, suggerisce l’Esperta; è buon consiglio essere formali e non svelare mai la vera identità e il proprio carattere. L’ideale è fare due chiacchiere del più e del meno, ma mai parlare degli ex partner con cui si ha avuto storie durature.

Cerca di mantenere il controllo, anche se ti senti pronto di portarlo a casa, desisti e tenta di conoscerlo meglio”, suggerisce la psicoterapeuta, “non occorre saltargli addosso subito, in un appuntamento al buio si deve avere pazientare almeno ad altri tre incontri successivi, giusto per evitare che si faccia un’idea sbagliata”.

Se lo sconosciuto appare noioso e poco attraente fisicamente, è buon suggerimento cercare una soluzione per alzarsi da tavolo e “scappare”, senza essere maleducati.

Come vestirsi? L’outfit perfetto

Uno dei problemi per chi deve presentarsi ad un appuntamento al buio riguarda l’outfit ovvero il look da scegliere per apparire al meglio: puntare sulla semplicità o sull’eleganza? Dipende, non esiste una risposta univoca, l’importante è essere a proprio agio: i look makers più autorevoli consigliano di puntare su trucco e capelli che “devono apparire perfettamente in ordine ed impeccabili”.

I “Professionisti” degli appuntamenti al buio

Per evitare brutte sorprese è preferibile rivolgersi a validi “professionisti del settore”.

Si tratta di una buona soluzione per organizzare nel migliore dei modi il proprio appuntamento al buio: è meglio affidarsi ad agenzie e organizzazioni specializzate nella consulenza di blind dating.

In Italia, negli ultimi anni, sono nate diverse associazioni come quella di Giuliano Lazzarotti che organizza appuntamenti al buio in agriturismo e ristoranti.

Altri imprenditori, come Sergio Senesi, organizzano minicrociere per single in cerca di partner: oltre a concedersi una vacanza e relax, i crocieristi hanno la possibilità di fare nuove amicizie e di pianificare al meglio il proprio appuntamento al buio, senza alcun timore.

Inoltre, sulle navi da crociera, “le messaggere dell’amore” agevolano lo scambio di messaggi tra i crocieristi single.

Blind Date: le migliori APP da scaricare sul device

Con l’avvento dell’era digitale fissare un appuntamento al buio in un sito di dating online è diventato un vero “gioco da ragazzi”: basta un dispositivo elettronico (smartphone/tablet) ed una connessione alla rete Internet per scaricare l’APP di bling dating compatibile con il sistema operativo Android e/o iOS e/o Windows.

Tinder è sicuramente una delle app più gettonate e conosciute e consente di fare incontri al buio direttamente dal proprio Android, Melafonino e Windows Phone. Il funzionamento è assolutamente facile e veloce: basta avviare l’app sul device, loggarsi attraverso l’account FB ed accedere al profilo personale dove poter impostare e personalizzare le proprie preferenze.

Per ricercare il/la partner con cui fissare un incontro di dating online, basta visionare sul database i profili più interessanti e più compatibili per avviare una chat e “combinare” il primissimo appuntamento al buio.

Oltre a Tinder si possono scaricare sul proprio smartphone o melafonino altre interessanti applicazioni di appuntamenti al buio, attraverso le quali è possibile fare un sexy incontro al buio o un blind date “tradizionale”. Badoo, Lovoo, Pure, Fem, Romeo sono tra le più gettonate e meglio recensite dagli utenti alla ricerca di un partner.

Unisciti alla Community e scarica sul tuo dispositivo elettronico l’app per fare incontri al buio, scopri tutti i vantaggi!

1 Comment
  1. sei un grande chiattone!!

    Leave a reply

    Siti di Incontri